Rotate

For best Vaselli mobile experience
rotate your device
 

La Pietra da Torre

  • pietra-da-torre-arena-milano-vaselli-1
  • pietra-da-torre-arena-milano-vaselli-1
  • pietra-da-torre-arena-milano-vaselli-1
  • pietra-da-torre-arena-milano-vaselli-1
  • pietra-da-torre-arena-milano-vaselli-1
  • pietra-da-torre-arena-milano-vaselli-1
  • pietra-da-torre-arena-milano-vaselli-1
  • pietra-da-torre-arena-milano-vaselli-1
  • pietra-da-torre-arena-milano-vaselli-1
  • pietra-da-torre-arena-milano-vaselli-1
  • pietra-da-torre-arena-milano-vaselli-1
  • pietra-da-torre-arena-milano-vaselli-1
  • pietra-da-torre-arena-milano-vaselli-1
  • pietra-da-torre-arena-milano-vaselli-1
  • pietra-da-torre-arena-milano-vaselli-1
  • pietra-da-torre-arena-milano-vaselli-1
  • pietra-da-torre-arena-milano-vaselli-1
  • pietra-da-torre-arena-milano-vaselli-1
  • pietra-da-torre-arena-milano-vaselli-1
  • pietra-da-torre-arena-milano-vaselli-1
  • pietra-da-torre-arena-milano-vaselli-1
  • pietra-da-torre-arena-milano-vaselli-1
  • pietra-da-torre-arena-milano-vaselli-1

20 Feb La Pietra da Torre

Giovedì 20 Febbraio a Milano abbiamo presentato la nostra nuova cucina in Pietra da Torre presso la Listone Giordano Arena ad un selezionato gruppo di architetti. Il nobile calcare senese è stato abbinato all’isola cucina OCO, disegnata da Gargano e Fagioli, che con le proprie linee minimali permette alla marcata eterogeneità del materiale di spiccare con i suoi infiniti cambi di toni; tutto ciò con l’intento di dare nuova vita a questa pietra strettamente legata alla storia di Siena e alle sue torri, riproponendola in una veste contemporanea e declinandola in elementi di arredo indoor e outdoor.

OCO | Kitchen island - isola cucina pietra da torre | Vaselli

La Pietra da Torre, proveniente dalla Montagnola Senese, a ovest della città di Siena, si contraddistingue per la bassissima uniformità e la difficoltà di estrazione, che sono probabilmente le principali cause della sua scarsa fama.
Il materiale è strettamente connesso alla storia di Siena ed è stato impiegato sin dal X secolo per edificare molte delle più illustri opere della città, come la base del Palazzo Comunale e Rocca Salimbeni, per erigere le proprie mura e per delineare gli “spicchi” di Piazza del Campo; ma l’utilizzo più caratteristico restano le numerose torri diffuse per il centro storico da cui la pietra ha preso il nome.
Torri che sono state, almeno fino al XIV secolo, massima espressione del blasone delle famiglie gentilizie senesi che cercarono negli anni di raggiungere altezze sempre più vertiginose. Corsa verso l’alto che si interruppe con la peste del 1348 e che a seguito di altri sciagurati eventi decimo le torri di Siena che si stimavano essere circa un centinaio – oggi ne restano poche decine.

La Pietra da Torre non ebbe una sorte migliore, riducendosi a diventare materiale per i fondi stradali. Negli ultimi decenni del secolo scorso la sua estrazione intensiva e sconsiderata, fatta tramite l’utilizzo di esplosivi, recò non pochi danni alla Montagnola, con grandi sprechi e conseguenti chiusure delle cave.
Solo negli ultimi anni è ricominciata l’attività estrattiva, questa volta con buonsenso e destinando il materiale ad opere più nobili e durature.

Sperando di contribuire ad una rinascita di questa pietra e individuando nella cucina l’elemento di arredo contemporaneo che più si avvicina alla torre senese, abbiamo pensato di riproporla nella nostra isola, affrontando le difficoltà che porta la lavorazione di un materiale così poco uniforme con un’ottica di grande rispetto del materiale, tipica dello scalpellino.

“Nella Siena medievale erano le torri a dimostrare la nobiltà di chi le possedeva, nella visione attuale siamo noi a nobilitare gli oggetti tramite l’utilizzo che ne facciamo. Cosa c’è di più elevato che essere al centro delle nostre vite e influenzare la nostra esperienza quotidiana?
Con la cucina OCO in Pietra da Torre vogliamo riscoprire un materiale da vivere e tramite il quale condividere esperienze, nell’intimità del focolare domestico o in contesti più ampi; una pietra decisamente in grado di raccontare.”

estratto da Mono – La Pietra da Torre, Vaselli.

La cucina OCO, disegnata da Emanuel Gargano e Marco Fagioli, è l’elemento ideale per far risaltare la Pietra da Torre con le sue linee minimali che evidenziano ulteriormente la spiccata eterogeneità del materiale. Le linee rigorose della cucina pongono l’opera umana al servizio della componente naturale, con la pietra che con le sue vene e detriti prosegue attraverso le ante e i cambi di piano ricostruendo il blocco originale.
Inoltre, abbinare l’affermato design di OCO ad un materiale pressoché sconosciuto ci mostra come la ricerca nel design si fatta anche della scoperta, o riscoperta, dei materiali.

Da questa ricerca è nato il nostro primo volume di approfondimento MONO: un libro monotematico dedicato alla Pietra da Torre e la cucina che ne è scaturita.
Se vuoi leggerlo in formato digitale clicca qui.

mono pietra da torre news 2020 vaselli

Ringraziamo tutti i partecipanti all’evento del 20 Febbraio, Listone Giordano e gli altri partner dell’Arena, Blueside, Matteo Brioni e Panzeri, per il tempo che hanno voluto trascorrere con noi e l’interesse dimostrato nei confronti di questa nobile pietra senese.

Praticamente la quarta generazione, figlio e nipote di marmisti. Ho ereditato la passione per la materia naturale e per il design che la esalta invece di mortificarla. Voglio ogni giorno trasmetterti la nostra sensibilità e metterla al tuo servizio, provo nel frattempo a sviluppare la mia.



Ti serve aiuto?

Mandaci una mail!

 

Contattaci

Vuoi scoprire di più?

Iscriviti per essere il primo a conoscere tutte le novità del mondo Vaselli!

 

*required fields